Download La cultura letteraria a Roma by Antonio La Penna PDF

By Antonio La Penna

Show description

Read or Download La cultura letteraria a Roma PDF

Best italian_1 books

Extra info for La cultura letteraria a Roma

Sample text

59, 278e). Già l’uso scolastico avrà determinato un incremento dei testi scritti, greci e latini. Si può ritenere che anche al di fuori di quest’ambito si sentisse, da parte delle persone cólte, bisogno di testi scritti; è probabile, però, che fuori della nobilitas le persone cólte, cioè in grado di leggere e capire un testo letterario, fossero ben poche. Emergono così due condizioni che plasmano in misura rilevante la figura di quasi tutti i poeti arcaici latini: essi rielaborano opere greche, cioè «traducono» (vortere) a fine artistico, e per tradurre devono capire, interpretare; inoltre sussiste un certo legame, di cui, tuttavia, non va esagerata l’importanza, fra la produzione poetica e l’insegnamento.

7 Cfr. , spec. pp. 41-48; 76-81. 8 Un’ottima messa a punto in G. , Mondo classico e cristianesimo, Istituto dell’Enciclopedia Italiana, Roma 1982, pp. 193-203. Capitolo secondo. Problemi di periodizzazione Nella storia di Roma antica, che abbraccia oltre un millennio, se ci si limita ai modi di produzione, i mutamenti di fondo sono due: il passaggio dalla proprietà agraria coltivata in prevalenza direttamente al modo di produzione schiavistico, che ha il suo periodo decisivo dopo la seconda guerra punica; il tramonto della schiavitù, sostituita dal colonato, nella tarda antichità.

Per i tempi da Livio Andronico a Ennio è difficile andare oltre centri della Magna Grecia come Napoli e Taranto; ma per questo tramite o per altri essi conoscevano anche qualche cosa di alessandrino, se il proemio degli Annales di Ennio presuppone, oltre Esiodo e il pitagorismo, anche il proemio agli Αἴτια di Callimaco. Anche l’epica letteraria incominciò da una traduzione, l’Odussia di Livio Andronico. Sulla ragione per cui l’Odissea fu preferita all’Iliade, si possono avanzare labili congetture: forse l’Odissea interessava di più il pubblico della Magna Grecia e della Sicilia, toccate da Ulisse nelle sue avventure; più probabilmente l’Odissea era il poema omerico più gradito al gusto alessandrino, come dimostrano le Argonautiche di Apollonio Rodio.

Download PDF sample

Rated 4.91 of 5 – based on 24 votes